I Migliori Quartieri di Roma: La Guida Completa

Un inebriante mix di rovine con un valore storico indescrivibile, arte maestosa e vivace vita di strada; la vivace capitale d’Italia è una delle città più romantiche e carismatiche del mondo. Un viaggio a Roma significa tanto abbracciare lo stile di vita della dolce vita quanto rimpinzarsi di arte e cultura.

Oziare per strade pittoresche, trascorrere ore nei caffè lungo le strade, osservare la gente in graziose piazze: sono tutti elementi centrali per l’esperienza romana. 

Visitare Roma è un’infinita esperienza sconvolgente. Per questo motivo noi di Stasher ti consigliamo di viaggiare sempre leggero, ad esempio utilizzando uno dei nostri servizi di deposito bagagli vicino a Roma Termini oppure il servizio di deposito bagagli vicino a Roma Tiburtina.

Detto questo, ecco uno sguardo ai quartieri più importanti della città.

Antica Roma

Il miglior quartiere per esplorare le rovine. In una città di straordinaria bellezza, spicca il cuore antico di Roma. Situata a sud del centro cittadino, questa zona racchiude le grandi rovine dell’antica città, tutte facilmente raggiungibili a piedi l’una dall’altra.

Cominciano a diventare affollate a metà mattina e si affollano di turisti fino a metà e tardo pomeriggio, anche se in alta stagione possono essere occupate tutto il giorno.

A parte i grandi luoghi d’interesse, che puoi comodamente percorrere in un paio di giorni, c’è poco in termini di vita notturna o shopping.

L’area ha due punti nevralgici: il Colosseo a sud-est, e il Campidoglio a nord-ovest. In mezzo si trovano i fori: il Foro Romano a sinistra di Via dei Fori Imperiali salendo dal Colosseo, i Fori Imperiali a destra.

Al di sopra del Foro Romano si erge il Palatino e, dietro, la distesa erbosa del Circo Massimo. A nord-ovest del Circo, troverai la Bocca della Verità e un paio di primi templi romani in un’area che un tempo era il mercato del bestiame dell’antica Roma (Forum Boarium).

Scopri i servizi di deposito bagagli di Stasher nei pressi del Colosseo.

Centro storico 

Il miglior quartiere per l’esperienza romana. Un fitto groviglio di vicoli acciottolati, palazzi rinascimentali, antiche rovine e piazze barocche, il centro storico è la Roma che molti vengono a vedere. Le sue strade teatrali pullulano di boutique, caffè, trattorie e bar alla moda, mentre i commercianti di mercato e gli artisti di strada lavorano nelle sue vivaci piazze.

Il Pantheon e Piazza Navona sono le stelle, ma troverai anche una miriade di monumenti, musei e chiese, molti con opere di artisti del calibro di Michelangelo, Caravaggio, Bernini e altri.

Molte persone entrano nella zona in autobus, scendendo a Largo di Torre Argentina; da lì è una breve passeggiata fino al Pantheon e poi al centro nevralgico politico di Roma Piazza Colonna. Nelle vicinanze, in Via del Corso, la Galleria Doria Pamphilj ospita una delle più belle collezioni d’arte private della capitale. 

Sull’altro lato di Corso Vittorio Emanuele II, l’arteria principale della zona, tutte le strade portano a Campo de’ Fiori, sede di un colorato mercato quotidiano e di una frenetica scena di bevute a tarda notte. Da “il Camp” puoi fare shopping fino al ghetto ebraico medievale, un quartiere meravigliosamente suggestivo di angoli romantici, piazze nascoste e trattorie kosher.

Dalle pensioni modeste agli appartamenti per famiglie e agli hotel glamour di fascia alta, il centro storico offre una vasta gamma di alloggi. Tuttavia, i posti economici sono piuttosto scarsi e i prezzi sono relativamente alti. Anche il rumore può essere una seccatura, soprattutto se la tua camera si affaccia su una strada o una piazza trafficate. Tuttavia, i vantaggi di stare qui – atmosfera, essere nel cuore dell’azione, un sacco di opzioni per mangiare e bere – superano di gran lunga i contro.

Monti, Esquilino e San Lorenzo 

Il miglior quartiere per gli amanti dell’arte. Centrato sullo snodo dei trasporti Stazione Termini, questa è un’area ampia e cosmopolita che, a prima vista, può sembrare trafficata e opprimente. Ma nascoste tra le sue strade rumorose dal traffico ci sono alcune bellissime chiese, il miglior museo d’arte non celebrato di Roma a Palazzo Massimo alle Terme e numerosi bar e ristoranti alla moda nei quartieri alla moda di Monti, San Lorenzo amato dagli studenti e Pigneto bohémien.

Concediti un’intera giornata per esplorare l’Esquilino, che prende il nome da uno dei sette colli di Roma e comprende le strade malfamate intorno alla Stazione Termini (stazione ferroviaria principale e snodo dei trasporti di Roma) e Piazza Vittorio Emanuele II (la piazza più grande di Roma). 

Qui si trova la magnifica Basilica di Santa Maria Maggiore. Dirigiti altrove la sera, poiché l’Esquilino può essere un po’ rischioso dopo il tramonto.

Scendendo verso il Colosseo arriverai a Monti, un tempo la famigerata baraccopoli di Suburra dell’antica città, un quartiere a luci rosse e la casa d’infanzia di Giulio Cesare. Ora gentrificato, i suoi caffè, bistrot, boutique ed enoteche (enoteche) gli conferiscono un sacco di fascino: un fatto che non è mai così evidente come nei fine settimana quando apparentemente metà di Roma si accalca qui per fare shopping, bere e mangiare. Segui l’esempio per almeno un giorno e assicurati di cenare qui almeno una volta.

A est di Termini, il vivace quartiere studentesco di San Lorenzo non piacerà a tutti: è stata la zona più danneggiata dai bombardamenti alleati durante la Seconda guerra mondiale e di giorno sembra decisamente sbronzo.

San Giovanni e Testaccio

Il miglior quartiere per le viste. Comprendendo due dei sette colli di Roma, questa vasta e sfaccettata area offre di tutto, da basiliche drammatiche e chiese medievali a rovine antiche, mercati colorati e locali popolari. Il rione può essere facilmente suddiviso in due distinti lembi: San Giovanni e il Celio, e l’Aventino e Testaccio. Un giorno ciascuno è più che sufficiente per coprire le principali attrazioni.

Inizia dalla storica Basilica di San Giovanni in Laterano, il punto focale del quartiere in gran parte residenziale di San Giovanni. È facilmente raggiungibile con la metropolitana ed è davvero magnifico, sia all’interno che all’esterno. Dopo aver esplorato la basilica e la piazza circostante, dirigiti lungo Via di San Giovanni in Laterano verso il Colosseo.

Vicino al fondo, la Basilica di San Clemente è un’affascinante chiesa con alcune misteriose rovine sotterranee. Da lì si attraversa a piedi il Celio, la verde collina che si erge a sud del Colosseo. Non c’è molto da vedere, ma il grazioso parco di Villa Celimontana è un ottimo posto per sfuggire alla folla. Più a sud, le imponenti rovine delle Terme di Caracalla sono uno spettacolo emozionante.

A ovest, sulle rive del Tevere, il quartiere un tempo operaio di Testaccio è un punto di riferimento per i buongustai con alcune ottime trattorie e una rinomata vita notturna. Al di sopra di esso, il colle Aventino vanta numerose chiese medievali serene e una delle grandi curiosità di Roma: una famosa vista dal buco della serratura della cupola di San Pietro.

Roma Meridionale

Il miglior quartiere per un giro in bicicletta. Roma Sud è un quartiere tentacolare che comprende quattro distinte aree di interesse turistico: la Via Appia Antica, famosa per le sue rovine romane, le catacombe e l’aria bucolica di campagna; l’elegante Ostiense post-industriale con il suo arcobaleno di street art e vita notturna all’avanguardia; la pittoresca Garbatella; e EUR, il futuristico sviluppo edilizio di Mussolini guidato oggi dalla casa di moda italiana Fendi, che ha qui la sua sede globale. 

È tutto abbastanza esteso, ma i collegamenti con i mezzi pubblici sono decenti.

Concediti almeno un giorno per l’Appia Antica, meglio conservarla per quando hai voglia di “uscire dalla città”. I campi circondano la vecchia e traballante strada lastricata in pietra, una delle strade più antiche del mondo e un indirizzo romano molto apprezzato. Le principali attrazioni possono essere fatte a piedi, ma per coprire davvero alcuni vecchi lastricati sulla strada, originariamente lunga 132 miglia e che richiedevano un viaggio di cinque giorni quando i romani la costruirono nel 312 a.C., noleggia una bicicletta da uno dei venditori.

A ovest, Via Ostiense presenta un quadro diverso. Esplora di giorno se sei qui per rintracciare l’arte di strada, ammirare superbe statue classiche in una defunta centrale elettrica al Museo Capitoline Centrale Montemartini o visitare la gigantesca Basilica di San Paolo Fuori le Mura, a un passo dall’anima grintosa di Ostiense. Altrimenti, vieni dopo il tramonto quando fabbriche e magazzini in disuso brulicano di alcuni dei migliori club della città.

Trastevere e Gianicolo

Il miglior quartiere per passeggiare. Con i suoi vicoli lastricati del vecchio mondo, i palazzi color ocra e le facciate rivestite di edera, Trastevere, sempre alla moda, è uno dei quartieri più vivaci e romani di Roma: il suo stesso nome, “oltre il Tevere” evoca sia la sua posizione geografica che il senso di differenza.

Infinitamente fotogenico e in gran parte senza auto, il suo labirinto di stradine secondarie si agita dopo il tramonto mentre la folla sciama verso i suoi ristoranti, caffè e bar gastronomici e alla moda. Dietro tutto questo, il Gianicolo offre una boccata d’aria fresca e viste superbe su Roma, che si stende ai tuoi piedi.

Trastevere è fatta per camminare: concediti almeno un’intera giornata per esplorarla: i luoghi chiave includono la scintillante Basilica di Santa Maria in Trastevere; Villa Farnesina, una delle dimore affrescate più mozzafiato che tu abbia mai visto, con decorazioni per la casa di Raffaello e altri; e la Galleria Corsini con la sua abbagliante ma spesso trascurata collezione d’arte.

Termina la tua incursione turistica con un momento verde nei giardini botanici di Trastevere o, se sei pronto per la dura escursione, in cima al Gianicolo – non trascurare di vedere lo scrigno di gioielli di Bramante, Tempietto, mentre sali.

Trastevere è una meta naturalmente gourmet. Per ottenere il massimo, prendi in considerazione un tour gastronomico guidato con gente del posto che conosce: Casa Mia, GT Food & Travel o The Roman Guy. A Trastevere, troverai anche una discreta scelta di hotel e B&B di fascia media ed esclusiva che offrono pace e tranquillità che scarseggiano nella vivace capitale italiana.

La via principale Viale di Trastevere separa più o meno il “lato più tranquillo” di Trastevere dal “lato più rumoroso” – i bar e la vita notturna sono concentrati a ovest della strada, il che significa che il rumore della strada a tarda notte può essere fastidioso; a est della strada, verso il fiume, è relativamente privo di sbarre e drammaticamente più calmo. La zona è anche ricca di appartamenti in affitto.

Tridente, Trevi e il Quirinale 

Contando la Fontana di Trevi e Piazza di Spagna tra le sue principali attrazioni, questa parte centrale di Roma è disinvolta e perennemente piena di turisti. Boutique di stilisti, bar alla moda, hotel alla moda e una manciata di caffè e ristoranti storici affollano le strade tra Piazza di Spagna e Piazza del Popolo al Tridente, mentre quelle intorno a Piazza Barberini e alla Fontana di Trevi, a distanza ravvicinata dal palazzo presidenziale sul Quirinale Hill, sono sede di numerose gallerie d’arte e una serie di ristoranti che variano enormemente per tipo e qualità.

Vale la pena dedicare un’intera giornata alla scoperta del Tridente, il quartiere più glamour di Roma. Inizia con un caffè al bar dello storico Caffè Greco, per poi alternare il tempo a Piazza di Spagna, Piazza del Popolo e uno o due dei luoghi minori (Ara Pacis, Casa di Goethe, Keats-Shelley House) con un po’ di shopping e un piacevole pranzo.

Anche le opzioni per la cena abbondano. La zona è facilmente percorribile a piedi: è a pochi passi dal Centro Storico o da Piazza Venezia ed è facilmente raggiungibile dalle stazioni della metropolitana Spagna e Flaminio.

L’esplorazione del Quirinale e del Trevigiano richiederà un altro giorno, forse di più. Ci sono un sacco di gallerie d’arte, chiese, siti antichi e palazzi da visitare: suggeriamo di dare la priorità alla Fontana di Trevi, Palazzo Barberini e la Chiesa di San Carlino alle Quattro Fontane e poi, se il tempo lo consente, di visitare altri luoghi d’interesse.

Rimani a cena perché ci sono molte opzioni allettanti da trovare tra i ristoranti trappole per turisti che circondano la Fontana di Trevi. La principale porta d’accesso della zona è la fermata della metropolitana Barberini, ed è anche relativamente facile arrivarci a piedi dal Centro Storico, da Piazza Venezia o da Termini.

Occupate durante il giorno, queste aree sono assonnate dopo il tramonto: dirigiti altrove dopo cena. Gli alloggi in questa parte di Roma sono essenzialmente esclusivi e glamour, con hotel storici e del vecchio mondo come l’Hassler, Locarno e De Russie che si contendono le luci della ribalta con i nuovi arrivati ​​nelle boutique più contemporanee e alla moda. I prezzi corrispondono prevedibilmente a questo pedigree impeccabile.

Città del Vaticano, Borgo e Prati 

Il miglior quartiere per i musei. Il Vaticano, lo stato sovrano più piccolo del mondo, si trova sul fiume dal centro storico di Roma. Irradiandosi dalla grandiosità a cupola della Basilica di San Pietro, vanta alcune delle opere d’arte più venerate d’Italia, molte ospitate nei vasti Musei Vaticani (sede della Cappella Sistina), oltre a batterie di ristoranti e negozi di souvenir troppo cari.

Scopri i servizi di deposito bagagli di Stasher nei pressi dei Musei Vaticani.

Nelle vicinanze, il punto di riferimento Castel Sant’Angelo incombe sul quartiere Borgo e l’esclusivo Prati offre sistemazioni eccellenti, ristoranti e negozi.

Il Vaticano si trova in cima alla bassa collina vaticana a ovest del Tevere. Gran parte dei suoi oltre 100 acri sono coperti dai Giardini Vaticani, visitabili solo con una visita guidata, dal Palazzo Apostolico (il vasto palazzo che ospita la residenza ufficiale del papa) e dai Musei Vaticani.

Avrai bisogno di almeno una mattinata per rendere giustizia ai Musei Vaticani. Se sei con una guida turistica, o puoi seguire di nascosto un gruppo, puoi passare direttamente dalla Cappella fino alla Basilica di San Pietro; altrimenti dovrai camminare e avvicinarti da Piazza San Pietro, a sua volta uno dei luoghi più spettacolari del Vaticano.

Una volta finito nella basilica, sarai pronto per una pausa. Ci sono un paio di buone opzioni per mangiare nello stesso Vaticano, ma il vicino quartiere Prati è pieno di trattorie, piatti da asporto e ristoranti.

Tra il Vaticano e il fiume si trova il Borgo. Dell’originario quartiere medioevale, che fu in gran parte distrutto da Mussolini nel 1936 per far posto a Via della Conciliazione, la strada monumentale che da Piazza San Pietro va a Castel Sant’Angelo, il grande castello a forma di tamburo che si affaccia sul fiume, resta poco.

Il Vaticano e Prati hanno una vasta gamma di alloggi che coprono tutte le fasce di prezzo. All’estremità economica della scala troverai modesti scavi in ​​convento, mentre le opzioni di fascia media e di fascia alta includono pensioni a conduzione familiare, B&B e boutique hotel.

Villa Borghese e Roma Nord

Il miglior quartiere per le famiglie. Anche se meno ricca di attrazioni tradizionali che altrove, questa vasta area del nord di Roma è ricca di interesse. L’ovvio punto di partenza è Villa Borghese, un suggestivo parco che annovera tra le sue innumerevoli attrazioni lo zoo della città, la sua più grande galleria d’arte moderna e uno splendido museo etrusco. 

Ma il suo pezzo forte è il Museo e Galleria Borghese, uno dei migliori musei d’arte di Roma.

Da Piazzale Flaminio, un tram risale la Via Flaminia verso due dei più importanti edifici moderni di Roma: il Centro Concerti di Renzo Piano, l’Auditorium Parco della Musica e la galleria d’arte contemporanea di Zaha Hadid, il MAXXI. Proseguendo lungo la strada si arriva a Ponte Milvio, una bella passerella e teatro di un’antica battaglia romana.

Oltre il fiume, Piazzale di Ponte Milvio è un ritrovo preferito, con i suoi caffè e ristoranti affollati molto frequentati dai residenti benestanti della zona. A ovest, la folla si riversa allo Stadio Olimpico per il calcio di alto livello, il rugby del Sei Nazioni e l’occasionale concerto rock.

Ad est di Villa Borghese, la Via Salaria, l’antica strada romana delle “sale” (sale), attraversa un elegante quartiere residenziale e commerciale. A nord, il parco di Villa Ada si espande verso nord mentre, a sud, la Via Nomentana attraversa ettari di abitazioni dirigendosi fuori città. Sulla Via Nomentana, Villa Torlonia è un parco affascinante e la Basilica di Sant’Agnese Fuori le Mura vanta i più antichi mosaici cristiani di Roma.

Questo collo di Roma ospita alcune gelaterie eccezionali. Tuttavia, non sono le più facili da trovare e, a meno che tu non sappia dove cercare, difficilmente ti imbatterai in loro. Ne è un esempio Neve di Latte, un locale dall’aspetto innocuo vicino al MAXXI che serve alcuni dei migliori gelati classici della città. La Gelateria dei Gracchi e, oltre il fiume, Al Settimo Gelo sono altre gelaterie molto lodate, note per i loro sapori creativi e l’uso di ingredienti naturali.

Bitnami