Cosa Vedere A Milano: La Guida Definitiva

Milano. Capitale dell’industria e della moda, ma anche città ricca di bellezza e meraviglie da visitare almeno una o più volte nella vita.

Sì, perché Milano, a differenza di altre città, come Roma, Firenze o Venezia, è stata sempre sottovalutata dal punto di vista turistico, tanto che per decenni ha tenuto banco il detto “Milano per lavorare, Roma per il weekend”.

In realtà, ci sono tantissime cose da fare e vedere a Milano, non solo aziende o industrie a cui chiedere un posto di lavoro.

Questa meta è infatti sede di eventi e gallerie internazionali, che, in un certo senso, ne accrescono la rilevanza turistica.

Milano custodisce anche veri e propri gioielli architettonici e testimonianze di un passato che ancora oggi splende nel presente.

Quindi, per immergersi realmente in una Milano indimenticabile, ecco una pratica e utile guida sulle cose, solite e insolite, da fare a Milano.

Per una reale ed effettiva praticità abbiamo suddiviso le informazioni per aree di interesse. Iniziamo proprio dall’architettura milanese.

Cosa Vedere tra le Architetture di Milano

La Milano delle architetture contiene veri e propri tesori dell’arte e della cultura mondiale, tra cui il Duomo, la Pinacoteca di Brera e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, che custodisce l’opera più celebre di Leonardo Da Vinci: l’Ultima Cena o Cenacolo.

Esaminiamoli uno ad uno, nel dettaglio.

Il Duomo

Quando si parla di architettura non si può non pensare al Duomo di Milano, cattedrale simbolo della città. Situata nell’omonima Piazza, nel cuore del capoluogo lombardo, questa cattedrale può contenere fino a 40000 persone.

Le sue origini risalgono alla fine del 1300, nel periodo dell’architettura gotica, di cui è un luminoso esempio.

È dedicata a Santa Maria Nascente. Un’area della chiesa ospita anche un altare dedicato a Sant’Ambrogio, patrono della città.

Le guglie esterne, tra cui una decorata con la Madonnina in rame (simbolo di Milano) e i rilievi interni, ricchi di motivi religiosi, sono i dettagli più caratteristici del Duomo, che, tra l’altro, è anche contenitore ed espressione di altri tesori artistici, come il Museo, la Biblioteca (contenente opere antiche e risalenti anche a 700 anni fa) e la Cappella Musicale. Quest’ultima ha un sinuoso pavimento circolare decorato con dei mosaici.

Il tour al Duomo comprende la visita alla cattedrale, ai musei, alle terrazze e all’area archeologica.

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 19. Il Museo è però chiuso il lunedì.

Costo del biglietto per il tour completo: 20 euro in ascensore, 15 a piedi, ridotto a 9 e 7 euro per bambini, studenti e disabili. Se invece si vuole visitare solo la cattedrale, il biglietto intero costa solo 5 euro; quello ridotto, 2 euro.

Castello Sforzesco

A pochi passi dal Duomo, si può visitare anche un altro monumento simbolo e principale attrazione della città di Milano: il Castello Sforzesco, dove poter ammirare una vera e propria oasi di pace che si trova alle sue spalle, ovvero Parco Sempione, al cui ingresso è posta un’architettura metallica di 108 metri, la Torre Branca, visitabile in ascensore in circa 7 minuti.

Costruito nel XV secolo dal Duca Francesco Sforza, il castello ebbe inizialmente la funzione di fortezza difensiva.

Oggi, invece, ospita collezioni museali di rara bellezza, come il Museo della Pietà di Michelangelo e il Museo Egizio.

Orari di apertura: 7 – 19.30 per i cortili, martedì-domenica 10 -17.30 per i musei del castello.

Costo della visita: gratuita per i cortili, 5 euro per i musei.

Pinacoteca di Brera

La pinacoteca di Brera è una galleria d’arte situata in via Brera, 28, all’interno dell’omonimo palazzo, che, con più di 20000 metri quadri, è il complesso architettonico più grande della città. Fondata nel 1776 da Maria Teresa d’Austria, la pinacoteca ospita opere d’arte antica e moderna e una vasta collezione di veri e propri capolavori senza tempo.

All’interno della galleria è possibile visitare anche il laboratorio di restauro, mentre nell’area del palazzo si possono ammirare l’Orto Botanico e l’Osservatorio Astronomico.

Orari di apertura: da martedì a domenica, dalle 9.30 alle 18.30 (ultimo ingresso 17.30).

Costo biglietto: 10 euro. La visita è gratuita per bambini anziani e disabili.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie

È il luogo più emblematico di Milano, nel centro della città, nell’omonima piazza di Santa Maria delle Grazie. Contiene infatti, una delle opere più significative di Leonardo Da Vinci: l’Ultima Cena.

Fondata nel 1497, la basilica presenta elementi dell’architettura gotica e rinascimentale.

L’opera di Leonardo si trova all’interno del Museo, sul piazzale della Chiesa. Vi si accede a sinistra, dall’ingresso principale. Il Museo, noto come Cenacolo Vinciano, è gestito dallo Stato. Realizzato tra il 1494 e il 1498, il dipinto rappresenta il Cristo durante l’Ultima Cena con gli 11 apostoli e con Giuda.

L’opera venne realizzata con una tecnica pittorica mista e all’epoca considerata sperimentale, contenente pure elementi delle incisioni preistoriche. Il significato dell’Ultima Cena è fortemente legato al linguaggio dei gesti.

Orari di apertura: da martedì a sabato dalle 8.15 alle 19 e la domenica dalle 14 alle 19 (ultimo ingresso 18.45).

Costo biglietto: intero 15 euro, ridotto 2 euro per giovani dai 18 ai 25 anni. Gratuito per bambini e docenti della scuola italiana.

Navigli

I Navigli sono l’attrazione più iconica e celebre della città di Milano. Si tratta di un’affascinante rete di canali navigabili usati anche per l’irrigazione. Vero e proprio baricentro del capoluogo lombardo, collegavano il lago Maggiore con quello di Como, aprendo delle vie di accesso alla Svizzera e all’Europa Nordoccidentale.

All’inizio erano 9 e venivano usati per il trasporto merci. Oggi sono anche un romantico modo per visitare Milano a bordo di un battello. Questi canali, infatti, attraversano tutta la città, consentendo di ammirarla per intero con una minicrociera che non ha nulla da invidiare a quella in gondola a Venezia.

I corsi d’acqua iniziano dalla Darsena (canale artificiale riaperto nel 2015 in occasione dell’Expo), a Porta Ticinese (una delle 6 porte ad arco della città e via di ingresso ai Navigli), sotto dei piccoli ponti attraversabili a piedi, definiti dalla stampa internazionale come una delle 12 strade più belle d’Europa.

I Navigli abbelliscono anche uno dei quartieri più suggestivi della città, con vicoli fatti di negozi artigianali, librerie, bar e ristoranti etnici, che trasformano questo angolo di Milano in un tripudio di luci e colori.

Cosa Fare Nella Milano del Tempo Libero

Anche se Milano è la città del lavoro e della produttività per eccellenza, offre anche interessanti spunti per vivere momenti piacevoli e all’insegna del tempo libero.

Il capoluogo lombardo è infatti costellato da decine di negozi con gli articoli più trendy del momento. Non a caso, la città è anche considerata la capitale mondiale della moda.

Scopriamo meglio cosa visitare.

Quadrilatero della Moda

Il Quadrilatero della Moda o Quadrilatero d’Oro delimita l’omonimo quartiere del lusso e dello shopping, situato sempre nel centro della città, tra la leggendaria Via Montenapoleone, via della Spiga, via Manzoni e Corso Venezia.

In questo magico itinerario di negozi, ci sono tutte, ma proprio tutte, le grandi firme della moda, come Gucci, Moschino, Versace, Dolce e Gabbana, Trussardi, Krizia e molti altri.

Nemmeno nelle vie più patinate di New York esiste una concentrazione così elevata di negozi.

Galleria Vittorio Emanuele II

È un luogo brulicante di vita e di spazi infiniti, quasi una stazione senza treni e rotaie, come la definiscono in molti.

La Galleria Vittorio Emanuele II è infatti un centro commerciale che si trova proprio a fianco del Quadrilatero della moda, con attraenti boutique, bar storici e catene di fast food.

Frequentata in ogni momento dell’anno anche dai VIP, la Galleria si trasforma in un luogo davvero “magico” nel periodo delle Festività, dove poter sostare, ammirare le sue luci e perché no, magari comprare il regalo di Natale per i propri cari.

Un Salto al Beda House

Il Beda House è un ristorante di Milano dal look insolito. Situato in via Gioacchino Murat, 2, offre due opzioni: la steak house, allestita come un’antica miniera, con rocce, travi in legno e motivi in oro, e la sala after dinner, allestita come una chiesa in stile gotico, con colonne, archi e sculture.

Una cena al Beda House è come essere sul set di un film storico. Il menù è quello tipico di un pub o bar irlandese, con birra spumeggiante, sandwich e talvolta gradevoli momenti di intrattenimento musicale.

Il locale è facilmente raggiungibile dalla circonvallazione, nella zona a nord di Milano. Anzi, si trova proprio nei pressi della stessa circonvallazione.

Orario di apertura: a partire dalle 19.30.

Milano Graphic Festival

Organizzato per la prima volta nella zona della Certosa di Milano, popolare quartiere a nord della città, il Festival delle Arti Grafiche mette in mostra il meglio delle arti visive contemporanee, con artisti famosi e sconosciuti che espongono per 3 giorni il meglio delle loro creazioni, tra cui anche i murali, ormai simbolo della Street Art milanese.

Proprio nel quartiere della Certosa, in via Varesina 162, è stato eretto un imponente murale lungo più di 57 metri.

Tra l’altro, la Certosa di Milano sta vivendo da qualche anno un momento di orgogliosa rinascita, con le opere di artisti di strada che la decorano e abbelliscono ad ogni angolo.

Quindi, una meta assolutamente da non perdere.

Il Mercatino di Milano Wunder Market

Non un mercato qualunque, ma il luogo della memoria, dove trovare oggetti unici e di design capaci di parlare al cuore e di raccontare una storia.

Dagli accessori, al vintage, ogni oggetto incarna e rappresenta il vero spirito di Milano (spirit de Milan, in dialetto meneghino), ma soprattutto, è realizzato a mano, in nome di un percorso ecosostenibile e di rispetto per l’ambiente. Il Wunder Market apre il 3 aprile in via Bovisacca, 59. L’evento è accompagnato anche da musica jazz e blues.

Un evento utile, dunque, non solo per vivere un weekend insolito, ma anche per riscoprire gli autentici valori di una volta.

Consigli per Visitare Milano Facilmente e Senza Stress

La nostra guida è organizzata per ordine, in modo da poter visitare Milano senza particolari difficoltà.

Ogni attrazione e luogo che abbiamo citato custodiscono, al loro interno, altre attrazioni, come l’area archeologica del Duomo, con i resti del primo battistero cristiano, dove i catecumeni entravano, come in una tomba, per risorgere a nuova vita. Oppure i luoghi della memoria di Parco Sempione, dove si trova la statua di Napoleone III, e dove i bambini possono giocare e correre all’aria aperta.

Milano è raggiungibile dall’aeroporto di Malpensa o dalla Stazione Centrale. Bus navetta vi possono poi condurre facilmente ai luoghi della vostra visita.

Gli spostamenti da un luogo all’altro possono avvenire invece tramite bus urbani o a piedi. In quest’ultimo caso, meglio procedere senza pesi e valigie sulle spalle, da lasciare comodamente in uno dei tanti depositi bagagli presenti in città.

Infine, per chi ha un budget basso, sono possibili accessi e visite gratuite in determinate ore del giorno, specie nel pomeriggio, intorno alle 17.

Con questi itinerari e (si spera) utili consigli, le cose da fare a Milano non saranno solo cose, ma anche dolci momenti da immortalare nell’album dei ricordi.

Bitnami