Cosa Vedere A Roma: La Guida Definitiva

Roma. Città eterna, ma anche Capitale e centro nevralgico del potere politico e religioso della nostra bella Italia.

Innumerevoli infatti le cose da vedere e da fare a Roma, a partire dai monumenti, che attraversano secoli di storia e di passioni, ma anche le architetture simbolo della tradizione romantica della città.

Roma ospita anche gli imponenti palazzi del potere, nonché il piccolo, ma altrettanto potente Stato di Città del Vaticano, sede della Chiesa cattolica romana e cuore dei fasti che, dall’antica Roma, al Medioevo e Rinascimento, sono ancora visibili tra le navate della Basilica di San Pietro e della Cappella Sistina.

Come riuscire, dunque, a visitare per intero questa magnifica città? La risposta è nella nostra guida, dove abbiamo evidenziato i luoghi di particolare interesse. Pronti per il tour su cosa fare a Roma? Iniziamo!

Cosa Vedere nella Roma Storica

La cosiddetta “Roma storica” inizia dal Colosseo e comprende tutti i resti archeologici del glorioso passato della Roma imperiale. Ecco cosa vedere:

Colosseo

Non puoi dire di essere stato a Roma se non visiti, almeno per una volta, il Colosseo. Situato al centro della città, questo monumento è uno dei più iconici e significativi della storia dell’antica Roma. Si tratta infatti di un anfiteatro costruito nel 70 dopo Cristo e chiamato, anticamente, anche Anfiteatro Flavio.

È uno degli anfiteatri romani più grandi del mondo e, durante l’epoca imperiale, veniva usato come arena per i combattimenti dei gladiatori.

Oggi, questa magnifica testimonianza del passato si presenta in parte spezzata da un lato, caratteristica che le conferisce la classica forma asimmetrica celebre in tutto il mondo. Il motivo di questo aspetto tipico e particolare dipende da un crollo avvenuto nel 1349 a causa di un terribile terremoto che, in quell’anno, colpì l’Appennino Centrale.

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 17,30 in inverno, e fino alle 19,15 durante i mesi estivi.

Costo visita: ingresso intero, 22 euro; ridotto, 2 euro per turisti dai 18 ai 25 anni. Queste tariffe comprendono una visita di 24 ore all’intero parco archeologico del Colosseo, con visite guidate nell’Arena e nei sotterranei dell’anfiteatro, dove sono visibili tutti i resti delle antiche dimore degli imperatori romani, compresa la casa di Romolo, e il Museo Palatino.

Pantheon

Il Pantheon è un antico tempio realizzato nel 27 avanti Cristo dal genero dell’imperatore Augusto.

Doveva servire per adorare le divinità del presente, ma anche quelle del passato e del futuro. Si trova nel centro storico di Roma, in Piazza della Rotonda. Alto 43 metri, nel VII secolo venne convertito in una basilica cristiana dedicata a Santa Maria della Rotonda.

Presenta la classica forma, armoniosa e geometrica, di tutti i templi dell’antichità. È oggi un museo frequentato da milioni di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Custodisce anche le spoglie di personalità celebri, come Raffaello Sanzio e Vittorio Emanuele II di Savoia.

Orari di apertura: tutti i giorni, dalle 8,30 alle 19, l’ultimo ingresso è però fissato alle 18.30.

Costo della visita: l’ingresso è libero e gratuito tutto l’anno, tranne quello con servizi aggiuntivi, come guide sul posto o audioguide. In questo caso, il turista dovrà sborsare da 8 euro, per la guida audio, ai 25 euro per un tour guidato all’interno dell’edificio più intatto e meglio preservato della Roma antica.

Fori Imperiali

I Fori Imperiali sono un complesso di 5 piazze considerate come una delle architetture più straordinarie al mondo. Vennero realizzate da Giulio Cesare e dagli imperatori romani nell’arco di circa 150 anni ed erano il cuore dell’attività politica dell’antica Roma.

Si estendono fino al Campidoglio e confinano con un lato del Colosseo. Si trovano, infatti, in pieno centro storico, nell’omonima via dei Fori Imperiali.

Visitarli rappresenta un vero e proprio viaggio indietro nel tempo, con atmosfere, scorci e colonnati tipici dell’antichità. Percorrerli e calpestarne il suolo regala emozioni uniche e indimenticabili.

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 16,30 in inverno, e fino alle 17,30 e alle 19 in primavera e in estate.

Costo della visita incluso nell’acquisto del biglietto per il tour nel Colosseo.

Tra Piazza Venezia e il Colosseo si trova anche il Foro Romano, area separata dai cosiddetti Fori Imperiali, ma altrettanto rilevante e certamente da visitare.

Si trattava, anticamente, dello spazio attorno a una casa e una tomba. Successivamente, il termine venne usato per indicare il luogo dell’attività politiche ed economiche.

L’area dedicata a queste “attività” comprendeva soltanto una parte del Foro Romano, quella che ancora oggi si trova tra il Campidoglio, il Palatino e il Quirinale, ovvero tre dei sette colli in cui Roma venne fondata.

Anche queste aree meritano di essere visitate, non solo per i panorami, ma anche perché sono la sede della Roma dei palazzi istituzionali, altra sezione che andremo ad esaminare per continuare il nostro affascinante viaggio alla scoperta della città.

Cosa Vedere nella Roma dei Palazzi

Quella che comunemente viene definita la “Roma dei Palazzi” si riferisce ai luoghi che ospitano gli edifici e i palazzi del potere e della politica nazionale. Normalmente, questi sono i cosiddetti palazzi delle istituzioni di Roma, ovvero:

  • Palazzo del Quirinale
  • Palazzo Madama
  • Palazzo Montecitorio
  • Palazzo Chigi
  • Il Palazzo del Campidoglio

Il palazzo del Quirinale è la sede della Presidenza della Repubblica. Presenta una splendida e ampia architettura rinascimentale.

Palazzo Madama è, invece, la sede del Senato italiano. Sempre di epoca rinascimentale e con una ricca facciata in stile barocco, custodisce anche il Museo Civico di Arte Antica, visitabile dal lunedì alla domenica, martedì escluso, dalle 10 alle 18. Il biglietto di ingresso costa 10 euro, quello ridotto 8 euro. Venne realizzato nel 1400, in epoca medicea.

Palazzo Montecitorio è invece la sede della Camera dei Deputati. Venne inaugurato nel 1600, in epoca squisitamente barocca. Tra i suoi architetti, Gian Lorenzo Bernini, Ernesto Basile e Carlo Fontana.

Palazzo Chigi, infine, è la sede del Governo italiano. Venne costruito nel 1562 e dal 1961 è il cuore del potere esecutivo della Repubblica. Si trova tra piazza Colonna e via del Corso, cioè nel centro storico di Roma e può essere facilmente raggiungibile dopo la visita al Colosseo.

Il Palazzo del Campidoglio è la sede ufficiale del Comune di Roma. Si trova in una delle piazze più belle della città, che ospitano anche i Musei Capitolini e i resti di templi dell’antichità, dove oggi sorge una basilica.

L’edificio, emblema del potere della città, conosciuto anche come Palazzo Senatorio, punta in direzione della Basilica di San Pietro. È, quindi, una comoda via di accesso a un’altra meravigliosa area di Roma: quella delle architetture simbolo della cristianità. Esaminiamole nel dettaglio.

Cosa Vedere nella Roma Cristiana

L’architettura “cristiana” comprende i luoghi di culto di Roma, prevalentemente concentrati a Città del Vaticano, piccolo stato autonomo situato sul colle Vaticano, nel centro di Roma. Rappresenta la cristianità nel mondo ed è la sede ufficiale della Chiesa cattolica.

Tra le segrete stanze e le catacombe vaticane si cela però un connubio di culture e tradizioni che affondano le loro radici nell’antica Roma e nei primi secoli del Cristianesimo.

Gli edifici simbolo da visitare sono la Basilica di San Pietro, i Musei Vaticani e la Cappella Sistina.

La Basilica di San Pietro è la più grande basilica cristiana del mondo. Simbolo di Città del Vaticano e del culto cattolico, anche se non appartiene alla diocesi di Roma. Con la sua imponenza, questa chiesa decora l’altrettanto imponente e suggestiva Piazza San Pietro.

Costruito nel 320, dall’imperatore Costantino, l’edificio custodisce, secondo la tradizione, i resti del primo papa, San Pietro. Le sue spoglie sarebbero conservate nelle Grotte Vaticane, collocate sotto la navata centrale della basilica, a tre metri dal pavimento.

I Musei Vaticani contengono una vasta galleria di opere d’arte collezionate dai papi nel corso dei secoli. Sono situati nell’ampio cortile Belvedere, sul lato nord della Basilica. All’interno dei percorsi di visita dei Musei si può facilmente accedere alla Cappella Sistina, chiesa principale del Palazzo Apostolico in Vaticano, cioè l’edificio con l’appartamento privato del Papa e con le sale riservate alle udienze pubbliche.

La Cappella Sistina è uno dei capolavori artistici di Michelangelo e il vero, unico, grande gioiello artistico della città di Roma e del Vaticano. Gli affreschi del Giudizio Universale non sono solo immagini, ma suggestioni che nutrono l’anima.

Orari di apertura: dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 18, con ultimo ingresso fissato alle 16.

Costo della visita: un tour completo, guidato, può costare fino a 54 euro. Il biglietto ridotto per studenti costa, invece, 8 euro. L’ingresso è gratuito ogni ultima domenica del mese, dalle 9 alle 14 (ultimo ingresso ore 12,30).

Roma è anche movimento, gastronomia e divertimento. Ecco gli altri luoghi iconici della città, da vivere minuto per minuto.

Roma da Vivere

Tra le mille, tante, cose da fare a Roma, ci sono sicuramente quelle di immergersi nei quartieri più tradizionali, nei mercatini e nelle varie gastronomie locali, per gustare tutto il meglio che Roma può offrire.

Trastevere

È uno dei quartieri più tipici di Roma, dallo stile pittoresco e” tempio” degli artisti da strada e della classe operaia. È anche il più celebre simbolo della veracità romana. I suoi vicoli e le sue stradine ospitano caratteristici hotel, birrerie e piccole attività artigianali. È facilmente raggiungibile dal Colosseo, con una rilassante passeggiata di 20, 30 minuti, che scendono a poco più di 5 se si prende un taxi.

Trastevere è il luogo delle trattorie e delle pizzerie dove poter consumare squisiti tranci di pizza al taglio e i classici e gustosi spaghetti alla carbonara. Da lì si arriva, in un attimo, ai mercatini di Porta Portese.

Porta Portese

Porta Portese è il più celebre e grande mercato di Roma. Si trova nell’omonima Porta, una delle tante della città. È costellato da suggestivi mercatini dell’antiquariato e di bancarelle dove si può acquistare di tutto: dall’abbigliamento agli oggetti per la casa. Lo si trova nel Viale di Trastevere.

Orari di apertura: Ogni domenica, dalle 7 alle 14.

Cinecittà

Si trova sulla linea della metropolitana di Roma, in via Tuscolana, ed è la sede dei teatri e degli studi cinematografici della città. È stata chiamata Cinecittà proprio per omaggiare gli studi situati all’uscita della stazione.

cinecitta

A Cinecittà sono stati girati veri e propri capolavori del cinema mondiale, come Ben Hur e Cleopatra. Gli studi di registrazione hanno aperto i battenti nel 1937, e, da allora, hanno sfornato decine di capolavori che sono valsi a Cinecittà l’epiteto di “fabbrica dei sogni”.

La visita ai set di Cinecittà comincia all’aperto, tra viali e mostre dei costumi usati nei film.

Orari di apertura: tutti i giorni, eccetto il martedì, dalle 10 alle 18.

Costo della visita: il tour guidato alla Mostra e ai set cinematografici costa 15 euro, con riduzioni in base alle fasce di età. La biglietteria chiude alle 16,30.

Tra le altre attrazioni da vedere a Roma, vi sono:

  • gli antichi acquedotti, dove poter godere di uno scorcio della Roma antica in santa pace e senza la confusione dei luoghi più famosi;
  • il Circo Massimo, altra testimonianza gloriosa di un passato altrettanto fulgido;
  • Piazza Navona, una delle più affascinanti piazze monumentali della città;
  • la Piazza di Trevi, dove ammirare l’omonima e celebre Fontana;
  • Piazza di Spagna, dove percorrere i gradini della mitica scalinata di Trinità dei Monti.

Queste piazze sono spesso teatro di spettacoli ed eventi, come concerti e sfilate di moda. Sono anche il cuore della “Roma bene” e dello shopping di lusso.

Da non dimenticare, i romantici scorci di Villa Borghese, con il laghetto e il Tempio di Esculapio e del Giardino degli Aranci, dove dalla splendida terrazza si possono ammirare tramonti mozzafiato ed i suggestivi panorami del Tevere e della basilica di San Pietro.

Consigli per Visitare Roma senza Stress

Per evitare la folla, si consiglia di effettuare tutte le visite nelle prime ore del mattino. Nei luoghi più celebri, di mattina presto non c’è quasi nessuno.

Possibile anche portare con sé un piccolo bagaglio a mano. Nuove disposizioni possono dipendere dalle direzioni o dalle agenzie turistiche responsabili della visita.

Per evitare inconvenienti, tutti i bagagli, da quelli a mano, a quelli più ingombranti, possono essere lasciati tranquillamente in custodia presso vari punti di deposito bagagli dislocati nelle zone strategiche della città. A questo punto sarà possibile godersi le meraviglie di Roma senza stress e senza pensieri.

Bitnami